Missione del Capo Dicastero in Croazia, 15 ottobre 2011 - holyseeforhealth

Vai ai contenuti

Menu principale:

Missione del Capo Dicastero in Croazia, 15 ottobre 2011

Aree geografiche > Europa

La missione è stata organizzata su invito di S. Ecc. Mons. Stanislav Zvolenský, Presidente della Conferenza Episcopale della Slovacchia (CES), e in concomitanza col 75mo compleanno S. Ecc. Mons. František Tondra, Vescovo di Spiš dal 1989 al 2011, già Presidente della CES e primo Presidente della Commissione per la Bioetica della medesima Conferenza Episcopale.

L'Arcivescovo Zimowski è stato accompagnato da Padre Ján Ďačok SJ, docente della Pontificia Università Gregoriana e ha incontrato il Nunzio Apostolico, Arcivescovo Mario Giordana, tutti i Vescovi, fra i quali Monsignor Štefan Sečka, Incaricato della Pastorale Sanitaria e nuovo Presule di Spiš, e numerosi rappresentanti degli operatori sanitari slovacchi.

In merito allo stato dell'arte della pastorale sanitaria nel Paese, si calcola che siano attivi circa cento ospedali e, di questi, un terzo può contare sull'opera di cappellani che, di norma, partecipano due volte l'anno ad appositi incontri; esiste un'unione dei medici cristiani che organizza incontri mensili; si sta promuovendo un analogo impegno anche da parte dei farmacisti cattolici.

Nell'ambito della visita pastorale, il Capo Dicastero è anche intervenuto ad un Solenne Atto Accademico, presso la Facoltà Teologica dell'Università di Trnava, parlando sul tema de: "Le tendenze attuali nella pastorale degli operatori sanitari e ruolo delle Conferenze episcopali nel realizzazione della cultura della vita". Erano presenti, oltre ai vertici della CES, il Ministro della Sanità della Repubblica Slovacca, col quale ha poi avuto un colloquio, e oltre 60 rappresentanti della sanità e delle scuole infermieristiche della Slovacchia.
Tra i molti presidi sanitari visitati dall'Arcivescovo Zimowski nell'ambito della missione, si ricorda l'Istituto Oncologico di Santa Elisabetta a Bratislava, centro della formazione universitaria con circa 20 cliniche, 200 posti-letto, 900 operatori sanitari, che appartiene tra i centri oncologici più importanti della Slovacchia. Il proprietario dell'Istituto è l'Ordine di S. Elisabetta che realizza la sua missione tramite alcune sue suore, ma particolarmente tramite i laici.

Il 4 giugno, il Capo Dicastero ha celebrato la Santa Messa ed enunciato l'omelia in slovacco, partecipando poi alla Conferenza Internazionale intitolata: "L'etica nel sistema sanitario. Potenziale e senso dell'etica cristiana per la formazione della politica sanitaria" e organizzata dall'Unione dei medici e degli operatori sanitari cristiani, dalla Commissione di Bioetica della CES e dall'Unione cattolica sanitaria alla presenza di circa 150 partecipanti.

Ricerca
Cerca
Login




In evidenza
 
Torna ai contenuti | Torna al menu